Biografia

scelta sorriso sito

Studi e collaborazioni

Dottorato di ricerca in Scienze religiose presso la Fondazione per le Scienze religiose Giovanni XXIII di Bologna (relatore Frédéric Gugelot, 2014)
Laurea in Storia della Chiesa presso la Facoltà di lettere dell’Università di Firenze (relatore Michele Ranchetti, 1984)
Magistero in Scienze religiose presso l’Istituto superiore “Beato Ippolito Galantini” di Firenze (relatore Luciano Martini, 2003)
Membro del Comitato scientifico della Fondazione Don Primo Mazzolari e del Comitato di direzione della rivista della stessa «Impegno» (dal 2007)
Membro del Comitato scientifico della rivista di Scienze sociali della religione «Religioni e Società» (dal 2017)
Collaborazione con l’Istituto superiore di Scienze religiose “Beato Ippolito Galantini” di Firenze (dal 2010)
Iscrizione all’Albo dei giornalisti, sezione pubblicisti, nell’elenco dell’Ordine regionale della Toscana (dal 1988)

 

Principali pubblicazioni

Monografie

David Maria Turoldo. La vita, la testimonianza (1916-1992), Morcelliana, Brescia 2016

Don Primo Mazzolari. Con Dio e con il mondo, Qiqajon, Magnano 2010

Primo Mazzolari. Nella storia del Novecento, Studium, Roma 2000

Achille Grandi. Fra lotte operaie e testimonianza cristiana, Morcelliana, Brescia 1994

Chiesa e storia in «Adesso», Dehoniane, Bologna 1991

Libri a cura

Edizione di P. Mazzolari, Il Natale, Dehoniane, Bologna 2016

Edizione critica (con saggio introduttivo) di P. Mazzolari, Della fede, Dehoniane, Bologna 2013

Edizione critica (con saggio introduttivo) di P. Mazzolari, Tempo di credere, Dehoniane, Bologna 2010

(con M. Margotti), L’ecumenismo di don Primo Mazzolari, Marietti 1820, Genova-Milano 2009

Introduzione e note a Maria di Campello, P. Mazzolari, L’ineffabile fraternità, Carteggio (1925-1959), Qiqajon, Magnano 2007

ACLI. Cinquant’anni di presenza nella Chiesa e nella società italiana, San Paolo, Cinisello Balsamo 1996

Saggi

L’ecumenismo spirituale e pastorale del vescovo Carlo Manziana, in P.L. Ferrari, R. Dasti, V. Cappelli (edd.), Una Chiesa secondo il Concilio. Il ministero episcopale di Carlo Manziana a Crema (1964-1982), Morcelliana, Brescia 2017

David Maria Turoldo. Ricognizione bibliografica su un protagonista della Chiesa italiana del Novecento, in «Cristianesimo nella storia», 34 (2013) 3, pp. 879-926

L’amicizia tra sorella Maria e don Primo Mazzolari: bisogno di più largo respiro, in R. Morozzo della Rocca (ed.), Maria di Campello. Un’amicizia francescana, Morcelliana, Brescia 2013, pp. 67-88

 

Qualcosa di più personale

Vivo e lavoro a Pistoia.

Fin dagli anni giovanili mi sono interessata alle cruciali domande a cui rispondono le religioni e in particolare alle grandi questioni della storia del cristianesimo e delle Chiese e tale attenzione ha guidato i miei percorsi di studio. Dopo il liceo classico mi sono laureata in storia della Chiesa presso la Facoltà di lettere dell’Università di Firenze, e successivamente ho conseguito il Magistero in scienze religiose presso l’Istituto superiore “Beato Ippolito Galantini” correlato alla Facoltà teologica dell’Italia centrale. Più recente è il diploma di perfezionamento – titolo equivalente al dottorato di ricerca – acquisito presso la Fondazione per le scienze religiose Giovanni XXIII di Bologna, occasione di un ulteriore, stimolante momento formativo in età adulta.

L’impegno e la dedizione alla ricerca storica si sono precisati e affermati nel tempo della maturità.

Negli anni Settanta e Ottanta del Novecento ho condiviso speranze, ingenuità, delusioni di una generazione che ha creduto realizzabile in tempi storici il proprio desiderio di rinnovamento e riforma: per me ha significato vicinanza ai movimenti del cattolicesimo critico, militanza nelle Acli (Associazioni cristiane lavoratori italiani) e collaborazione con il loro periodico nazionale, «Azione Sociale». Ha significato anche passione per la musica, specialmente per quella di autori che cantavano inquietudini interiori e aspirazioni sociali, passione espressa nella collaborazione con alcune testate giornalistiche come la salesiana «Dimensioni Nuove». Grazie a queste pubblicazioni – e ad altre sull’agenzia di informazione «Adista» e su testate locali – mi sono iscritta all’Albo dei giornalisti, sezione pubblicisti, nell’elenco dell’Ordine regionale della Toscana.

Alla relazione con due fraterni “maestri”, appartati e sapienti, devo impulso e incoraggiamento a perseverare dello studio e nella ricerca: Luciano Martini (1942-2007) e Giuseppe Trotta (1950-2004): il primo incontrato nelle aule universitarie come docente di Storia della Chiesa; il secondo nei convegni di studio che promuoveva nelle Acli degli anni Ottanta a Novanta, con Giovanni Bianchi presidente.

L’invito a far parte del Comitato scientifico della Fondazione don Primo Mazzolari (2007) mi ha sollecitato ad approfondire la figura del parroco di Bozzolo, a cui avevo dedicato la tesi di laurea, e mi ha offerto lo spunto per ricerche successive, condotte a fianco dell’insegnamento da sempre svolto nella scuola pubblica.

La recente accoglienza nel Comitato scientifico della rivista di Scienze sociali della religione «Religioni e Società» (2017) mi offre l’opportunità di ulteriori percorsi di riflessione.

Esperienze e incroci hanno favorito la nascita di profili, indagini, accostamenti a personalità del cristianesimo contemporaneo impegnate in ambito sociale e nel dialogo ecumenico e interreligioso, come don Lorenzo Milani, Achille Grandi, Sorella Maria di Campello, don Michele Do, Giuseppe Lanza del Vasto, mons. Carlo Manziana, padre David Maria Turoldo.

In questi anni ho partecipato a convegni di carattere scientifico e a incontri di impegno ecclesiale, invitata da comunità e gruppi ai quali molto devo sul piano della formazione e dell’amicizia: tra questi ricordo almeno la comunità monastica di Bose e la milanese comunità di via Sambuco. Non meno importanti sono state le occasioni di collaborazione e di riflessione offerte da più vicine realtà, come i pistoiesi Centro culturale Maritain, gruppo Koinonia, Centro Espaces “Giorgio La Pira” e i toscani eremo di San Pietro alle Stinche e comunità di San Leolino a Panzano in Chianti (Firenze).

            La mia ultima ricerca si concentra sulla figura della scrittrice e teologa Adriana Zarri, su richiesta della Associazione Amici di Adriana Zarri.

 Mariangela Maraviglia, 19 giugno 2018